Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.
Se vuoi saperne di pił o negare il consenso a tutti i cookie, clicca su "Approfondisci".
Proseguendo la navigazione, acconsenti alla raccolta e all'uso dei cookie.

Accetto l'uso dei cookie          Approfondisci
loading
Facebook Winesurf Youtube Winesurf Twitter Winesurf
Chi siamo Filosofia LINK
Una vera guida online aggiornata in tempo reale
Racconti fantastici che riguardano il mondo del vino
La pił folle enciclopedia del vino
Vinchiesta: le nostre inchieste sul vino
vinformo
vinviaggio
vinteressa
Cosa accade nel vino al sud
Le nostre soste
Quello che i 'giovani' garantiscono
Carlo MacchiKyle Phillips Lorenzo ColomboRoberto Giuliani
Luciano PignataroStefano TesiAngelo PerettiAndrea Petrini
VinItalia

Naviga la mappa per scoprire le degustazioni dei vini regione per regione




INsud

21/04/2012
Le Pitre, un autoctono moderno e fresco destinato a crescere
ingrandisci logovillamottura.jpg
Ancora un rosso ed ancora un Primitivo, forse il vitigno che in questo momento sta riscuotendo maggior successo presso i consumatori non solo pugliesi.
Sempre più la Puglia vinicola viene associata al potente vitigno, capace di donare forza ed eleganza allo stesso tempo, immediatezza e complessità.
Il panorama produttivo va finalmente diversificandosi ed il mercato offre oggi primitivi adatti a tutti i gusti ed a tutte le tasche.
Dagli opulenti storici vini che hanno fatto la storia di questo vino sino a quelli più moderni capaci di reggere il confronto con vini storicamente più blasonati e noti . La grandezza del Primitivo, ancora non sufficientemente sfruttato, sta appunto nella sua versatilità.
L'azienda Mottura nella sua nuova linea Le Pitre dedicata alla ristorazione ed alle enoteche, ce ne fornisce una tutta particolare che si inserisce in un progetto di cui l'annata 2010 è solo la prima convincente realizzazione.
Frutto della vinificazione di uve provenienti da coltivazione ad alberello mostra un carattere non comune, orientato ad una finezza insolita senza un frutto ridondante ma che pur è presente con tipiche note di visciole e piccoli frutti neri, senza scivolare nella confettura.
Moderno nella concezione, con un uso dei legni ben misurato ed avvertibile dalle leggere sensazioni di vaniglia e di tabacco biondo, mostra uno spessore elegante ben rifinito da una acidità che lo sorregge complessivamente molto bene.
Il finale è mediamente lungo e godibile dove i tanni si esprimono, com'è nella tipicità del vitigno, in modo morbido, levigato. Un vino senz'altro destinato a crescere e che mostra un potenziale non comune.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
lepitre.jpg 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Le Pitre 2010
Primitivo IGT Salento
Az. Cantine Mottura
Tel.0833 596601
Uvaggio: Primitivo
Autore: Pasquale Porcelli
facebook twitter technorati digg Del.icio.us stumbleupon

Presta Orecchio
WinesurfTube




VINformo
25/03/2017

La stampa estera a portata di clic:Terre de Vins, n.46, marzo-aprile 2017

Due i titoli di copertina. Il primo, più grande: Le migliori 100 carte dei ...

18/03/2017

Il 26 marzo Vin'a Trani, alla sua terza edizione

Alla sua terza edizione Vin’a Trani, si presenta con una selezione di oltre 40 ...