Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, clicca su "Approfondisci".
Proseguendo la navigazione, acconsenti alla raccolta e all'uso dei cookie.

Accetto l'uso dei cookie          Approfondisci
loading
Facebook Winesurf Youtube Winesurf Twitter Winesurf
Chi siamo Filosofia LINK
Una vera guida online aggiornata in tempo reale
Racconti fantastici che riguardano il mondo del vino
La più folle enciclopedia del vino
Vinchiesta: le nostre inchieste sul vino
vinformo
vinviaggio
vinteressa
Cosa accade nel vino al sud
Le nostre soste
Quello che i 'giovani' garantiscono
Carlo MacchiKyle Phillips Lorenzo ColomboRoberto Giuliani
Luciano PignataroStefano TesiAngelo PerettiAndrea Petrini
VinItalia

Naviga la mappa per scoprire le degustazioni dei vini regione per regione




INsud

06/05/2012
Tenute Girolamo: sobrio Minutolo
ingrandisci trullo.jpg
All'inizio erano solamente due, poi diventarono di più. Adesso non c'è quasi cantina in Puglia che non abbia tra i suoi vini il Minutolo o Fiano, come ancora viene indicato in etichetta, generando la solita confusione.
Già perché il Minutolo con il vitigno di origine campano non ha nulla a che vedere. Le sua caratteristiche aromatiche sembrano avvicinarlo più al moscato anziché allo splendido vitigno irpino. I produttori pugliesi sembrano credere molto in quest'uva.
Un vino non facile da abbinare in un pasto. Inoltre le produzioni sono ancora condizionate dalla giovanezza degli impianti ed è quindi presto per dire come si evolverà.
Tuttavia cominciano a profilarsi interpretazioni differenziate : da quelle fortemente caratterizzate che offrono un profilo olfattivo accattivante ed intenso (il cui abbinamento al cibo diventa spesso problematico) alle versioni più secche a residuo zuccherino quasi zero, con potenza olfattiva meno intensa ma capace di reggere bene anche un intero pranzo.
Appartiene a questa versione il Capo di Gallo delle Tenute Girolamo, dove l'impatto olfattivo si sposta verso le note agrumate, velate da quelle floreali di acqua di rose, anziché su quelle fruttate di albicocca ed ananas così tipiche di altri Minutolo.
Una interpretazione basata sulla freschezza, dove l'acidità gioca un ruolo determinante nell'affermazione di un quadro complessivo che si muove in scioltezza recuperando nel finale una discreta sapidità.
ingrandisci capodigallo.jpgUna versione, quella della cantina di Martina Franca, tesa a farne un vino da tutto pasto, anziché un piccolo, curioso e piacevole fenomeno.
 
Capo di Gallo Fiano
Puglia IGT
Az. Tenute Girolamo
Tel.080 4402088
Uva: Minutolo
Autore: Pasquale Porcelli
facebook twitter technorati digg Del.icio.us stumbleupon

Presta Orecchio
WinesurfTube




VINformo
25/03/2017

La stampa estera a portata di clic:Terre de Vins, n.46, marzo-aprile 2017

Due i titoli di copertina. Il primo, più grande: Le migliori 100 carte dei ...

18/03/2017

Il 26 marzo Vin'a Trani, alla sua terza edizione

Alla sua terza edizione Vin’a Trani, si presenta con una selezione di oltre 40 ...