Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, clicca su "Approfondisci".
Proseguendo la navigazione, acconsenti alla raccolta e all'uso dei cookie.

Accetto l'uso dei cookie          Approfondisci
loading
Facebook Winesurf Youtube Winesurf Twitter Winesurf
Chi siamo Filosofia LINK
Una vera guida online aggiornata in tempo reale
Racconti fantastici che riguardano il mondo del vino
La più folle enciclopedia del vino
Vinchiesta: le nostre inchieste sul vino
vinformo
vinviaggio
vinteressa
Cosa accade nel vino al sud
Le nostre soste
Quello che i 'giovani' garantiscono
Carlo MacchiKyle Phillips Lorenzo ColomboRoberto Giuliani
Luciano PignataroStefano TesiAngelo PerettiAndrea Petrini
VinItalia

Naviga la mappa per scoprire le degustazioni dei vini regione per regione




INsud

22/09/2012
Dal cuore del Vulture un vino "oraziano"
ingrandisci vigneti2.jpg
L'Aglianico si sa non è vino facile:  si scontra con i gusti di un consumatore medio che il più delle volte cerca nel vino, soprattuttto al palato, morbidezza, rotondità e tannini molto docili.
Il consumatore più evoluto invece lo apprezza per il suo carattere, scontroso ed ostico in gioventù, ma che con il passare del tempo, diventa sempre più avvicinabile.
I suoi tannini si arrotondano, mentre la sua acidità resta lì a ricordare la sua origine collinare e molto spesso la sua lieve ma percettibile sapidità sottolinea la sua origine da terreni lavici .
Molti lo hanno chiamato il Barolo del sud per alcune affinità con il grande vino piemontese, che come l'Aglianico ha bisogno di passare qualche anno tra botte e bottiglia prima di essere apprezzato compiutamente. Non deve quindi sorprenderci che un'azienda come quella di Armando Martino e di sua figlia Carolin commercializzi ora l'annata 2007.
Il vino proviene da viti allevate ad alberello a grande densità per ettaro.
Un gran bel naso con profumi intensi di confettura di amarena che resta centrale anche quando le spezie del rovere fanno capolino donandogli quella ricercata complessità.
Al palato mostra potenza, struttura e nervosa morbidezza con trama tannica fitta e tannino da vendere anche se in parte domato.
Non crediamo di sbilanciarci se diciamo che questo vino avrà ancora tanti anni davanti a sè e renderà felici coloro che avranno la pazienza di coglierlo nella sua completa e piena maturità.
 
 
Oraziano 2007
ingrandisci oraziano.jpgAglianico del Vulture DOC
Az. : Martino
Tel.:0972.720005
Uvaggio: Aglianico
Per gentile concesisone del Corriere del Mezzogiorno







Autore: Pasquale Porcelli
facebook twitter technorati digg Del.icio.us stumbleupon

Presta Orecchio
WinesurfTube




VINformo
25/03/2017

La stampa estera a portata di clic:Terre de Vins, n.46, marzo-aprile 2017

Due i titoli di copertina. Il primo, più grande: Le migliori 100 carte dei ...

18/03/2017

Il 26 marzo Vin'a Trani, alla sua terza edizione

Alla sua terza edizione Vin’a Trani, si presenta con una selezione di oltre 40 ...