Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, clicca su "Approfondisci".
Proseguendo la navigazione, acconsenti alla raccolta e all'uso dei cookie.

Accetto l'uso dei cookie          Approfondisci
loading
Facebook Winesurf Youtube Winesurf Twitter Winesurf
Chi siamo Filosofia LINK
Una vera guida online aggiornata in tempo reale
Racconti fantastici che riguardano il mondo del vino
La più folle enciclopedia del vino
Vinchiesta: le nostre inchieste sul vino
vinformo
vinviaggio
vinteressa
Cosa accade nel vino al sud
Le nostre soste
Quello che i 'giovani' garantiscono
Carlo MacchiKyle Phillips Lorenzo ColomboRoberto Giuliani
Luciano PignataroStefano TesiAngelo PerettiAndrea Petrini
VinItalia

Naviga la mappa per scoprire le degustazioni dei vini regione per regione




INsud

20/10/2012
Netto e pulito
ingrandisci schermatadel2012-10-2017:05:12.png
Se il Primitivo in questi anni anni ha raggiunto un successo come mai nessun vino pugliese  aveva  mai raggiunto in Italia ed all'estero, un motivo ci sarà.

Forse perché la sua comprensione, anche ai palati meno allenati, è immediata: più diretta di altri vini che invece hanno bisogno di essere “spiegati”.

Essendo un vino che deve la sua piacevolezza ad un frutto corposo, dolce e con pochi accenni tannici (leggi astringenza), riesce anche a farsi perdonare qualche gradazione alcolica fuori dagli standards.

D'altronde ormai con il cambiamento del clima è  facile che questo avvenga a qualsiasi latitudine, figuriamoci in Puglia.

ll Primitivo Fiore di Vigna di Paolo Leo si è sempre contraddistinto per la sua pulizia nell'esecuzione. Quello del 2010 in modo particolare presenta un quadro olfattivo dove i profumi di frutti neri rincorrono quelli speziati senza alcuna sbavatura.

La presenza olfattiva del rovere è contenuta nonostante la permanenza in piccoli botti per 12 mesi.

Al palato il  frutto dolce e maturo, frutto dell'appassimento di qualche settimana,  lascia traccia di sé  dopo un approccio iniziale  morbido e pieno di netti sentori fruttati, con sensazioni di cioccolato, tabacco e finale di liquirizia.
Nonostante la dolcezza del frutto il vino non risulta stucchevole grazie ad una acidità che gli dona freschezza e lo sostiene nella beva . Sarà interessante seguirne l'evoluzione negli anni futuri.


 
 
 
 
 
Fiore di Vigna 2010
Primitivo Salento IGT
fioredivigna.jpgAz.: Paolo Leo
Tel.: 0831 68 17 41
Uvaggio: Primitivo
Giudizio: ottimo
Per gentile concessione del Corriere del Mezzogiorno


Autore: Pasquale Porcelli
facebook twitter technorati digg Del.icio.us stumbleupon

Presta Orecchio
WinesurfTube




VINformo
25/03/2017

La stampa estera a portata di clic:Terre de Vins, n.46, marzo-aprile 2017

Due i titoli di copertina. Il primo, più grande: Le migliori 100 carte dei ...

18/03/2017

Il 26 marzo Vin'a Trani, alla sua terza edizione

Alla sua terza edizione Vin’a Trani, si presenta con una selezione di oltre 40 ...