Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.
Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti i cookie, clicca su "Approfondisci".
Proseguendo la navigazione, acconsenti alla raccolta e all'uso dei cookie.

Accetto l'uso dei cookie          Approfondisci
loading
Facebook Winesurf Youtube Winesurf Twitter Winesurf
Chi siamo Filosofia LINK
Una vera guida online aggiornata in tempo reale
Racconti fantastici che riguardano il mondo del vino
La pi¨ folle enciclopedia del vino
Vinchiesta: le nostre inchieste sul vino
vinformo
vinviaggio
vinteressa
Cosa accade nel vino al sud
Le nostre soste
Quello che i 'giovani' garantiscono
Carlo MacchiKyle Phillips Lorenzo ColomboRoberto Giuliani
Luciano PignataroStefano TesiAngelo PerettiAndrea Petrini
VinItalia

Naviga la mappa per scoprire le degustazioni dei vini regione per regione




INsud

29/05/2013
PiromÓfo, il vino combattente
ingrandisci vignetopiromafo.jpg
Negroamaro: “Principe del Salento” come viene, a buona ragione, definito da molti, non solo perché è il vitigno più diffuso nelle provincie salentine e quindi della Puglia, ma soprattutto perché quando vinificato a dovere è capace di regalare vini di grande finezza.
E' anche vitigno molto versatile tanto da dar vita ad ottimi rosati, rossi giovani ed anche rossi di struttura capaci di sopportare bene il passare degli anni.
L'epoca di maturazione, fine settembre inizio ottobre, è stata in questi ultimi anni spesso difficoltosa, l'andamento climatico capriccioso ha reso la vita difficile ai produttori che nonostante tutto hanno ottenuto vini di buon livello o addirittura eccellenti come nel caso del Piromafo 2008.
Lo strano nome del vino dell'azienda Valle dell'Asso di Gino Vallone, deriva dal greco e vuol dire combattente del fuoco, indicando quei terreni resistenti alla siccità, che qui è tradizionalmente di casa.
Il 2008 è vino particolare, complesso, carico di profumi di frutti neri da cui emergono note evidenti di polvere di caffè e cioccolato.
Al palato l'ingresso è elegante, con frutto pieno venato da sensazioni di more, tabacco ed un lieve cenno di caramello.
Molto ben equilibrato, sorretto da una buona spalla acida, ha finale lungo e persistente con tannini vivi e molto gradevoli.
La sua capacità di invecchiamento consiglia di conservarne qualche bottiglia, sicuramente darà ulteriori soddisfazioni a chi avrà pazienza.
 Piromafo 2008
 
Salento IGT
Az. Valle dell’Asso
ingrandisci piromafo.jpgTel. 0836.561470
Uvaggio:Negroamaro
 
Per gentile concessione del Corriere del Mezzogiorno








Autore: Pasquale Porcelli
facebook twitter technorati digg Del.icio.us stumbleupon

Presta Orecchio
WinesurfTube




VINformo
25/03/2017

La stampa estera a portata di clic:Terre de Vins, n.46, marzo-aprile 2017

Due i titoli di copertina. Il primo, più grande: Le migliori 100 carte dei ...

18/03/2017

Il 26 marzo Vin'a Trani, alla sua terza edizione

Alla sua terza edizione Vin’a Trani, si presenta con una selezione di oltre 40 ...