Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, clicca su "Approfondisci".
Proseguendo la navigazione, acconsenti alla raccolta e all'uso dei cookie.

Accetto l'uso dei cookie          Approfondisci
loading
Facebook Winesurf Youtube Winesurf Twitter Winesurf
Chi siamo Filosofia LINK
Una vera guida online aggiornata in tempo reale
Racconti fantastici che riguardano il mondo del vino
La più folle enciclopedia del vino
Vinchiesta: le nostre inchieste sul vino
vinformo
vinviaggio
vinteressa
Cosa accade nel vino al sud
Le nostre soste
Quello che i 'giovani' garantiscono
Carlo MacchiKyle Phillips Lorenzo ColomboRoberto Giuliani
Luciano PignataroStefano TesiAngelo PerettiAndrea Petrini
VinItalia

Naviga la mappa per scoprire le degustazioni dei vini regione per regione




INsud

20/03/2014
Lo splendente Maccone
ingrandisci 01.jpg
Sulla versatilità del Primitivo, sulla sua capacità di essere un rosso capace di soddisfare le esigenze più disparate, s'è già scritto tanto.
Da quello di vino fresco giovane immediato a quello più impegnativo da accompagnare a piatti importanti, da quello da meditazione sino ad arrivare a quel dolce naturale che ha ottenuto la Docg negli ultimi anni, capace di reggere confronti impegnativi sia con dolci che con formaggi di grande intensità.
Una delle interpretazioni meno conosciute e diffuse è quella che vede questo vino interpretato nella versione rosato.
I produttori più illuminati non potevano certo farsi sfuggire l'occasione di misurarsi anche con questa tipologia non proprio usuale per questo vitigno, che vede  le uve vinificate in bianco.
Il Maccone rosato da Primitivo di Gioia del Colle dell'azienda Angiuli, soprattutto famosa per i suoi vini rossi e per il suo spumante Brut metodo ancestrale, è vino particolare e non solo perché derivante da viti ad alberello di una età media di sessant'anni con rese di 40 qli per ettaro, ma per le sue particolari caratteristiche.
I puristi del rosato lo troveranno forse un po of limit con i suoi 14,5 gradi alcolici, ma il Primitivo è così, prendere o lasciare!
Rosato intenso e splendente, dai profumi di frutti di bosco e dalla struttura piena, morbida eppure fresca con ritorni di frutta.
Finale nello stile del vitigno con dolcezza appena accennata e discreta persistenza.
Un vino adatto a tutte le minestre sia di verdure che di legumi, carni bianche e cucina di mare particolarmente saporita.

 
ingrandisci primitivo_rosato.jpg 
Maccone 2013
Primitivo Rosato
Puglia IGT
Az. Agiuli Donato
Tel.:080.4597130
Uvaggio: Primitivo
Prezzo: 10-12 €

 
Per gentile concessione del Corriere del Mezzogiorno

Autore: Pasquale Porcelli
facebook twitter technorati digg Del.icio.us stumbleupon

Presta Orecchio
WinesurfTube




VINformo
25/03/2017

La stampa estera a portata di clic:Terre de Vins, n.46, marzo-aprile 2017

Due i titoli di copertina. Il primo, più grande: Le migliori 100 carte dei ...

18/03/2017

Il 26 marzo Vin'a Trani, alla sua terza edizione

Alla sua terza edizione Vin’a Trani, si presenta con una selezione di oltre 40 ...