Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, clicca su "Approfondisci".
Proseguendo la navigazione, acconsenti alla raccolta e all'uso dei cookie.

Accetto l'uso dei cookie          Approfondisci
loading
Facebook Winesurf Youtube Winesurf Twitter Winesurf
Chi siamo Filosofia LINK
Una vera guida online aggiornata in tempo reale
Racconti fantastici che riguardano il mondo del vino
La più folle enciclopedia del vino
Vinchiesta: le nostre inchieste sul vino
vinformo
vinviaggio
vinteressa
Cosa accade nel vino al sud
Le nostre soste
Quello che i 'giovani' garantiscono
Carlo MacchiKyle Phillips Lorenzo ColomboRoberto Giuliani
Luciano PignataroStefano TesiAngelo PerettiAndrea Petrini
VinItalia

Naviga la mappa per scoprire le degustazioni dei vini regione per regione




Wine Fiction

08/06/2014
Serata finale de “il Trono di Vino”: un successo planetario
ingrandisci trono.jpg
Si è celebrata ieri sera la più importante manifestazione enoica dell’anno, il Trono di Vino, che ogni anno premia a 360 gradi (qualcuno dice a 361° se non addirittura a 3600°) le migliori espressioni di questo grande mondo.
 
Le principali categorie premiate erano le seguenti.
 
Migliore manifestazione che premia i migliori vini,  miglior vino, miglior vino bianco, miglior vino bianco a pallini rossi, miglior vino rosso ma non troppo, miglior vino rosso pure troppo, miglior vino spumante metodo champenois, miglior spumante metodo charmat, miglior spumante metodo charmant (uno charmat molto elegante), miglior produttore, migliore produttrice, migliore famiglia produttrice, migliore famiglia produttrice con coniugi separati, miglior produttore amante della migliore produttrice, migliore produttrice amante di uno o più produttori, migliore azienda, migliore azienda che vorrebbe produrre vino,  miglior azienda emergente, miglior azienda emersa, miglior azienda affondata, migliore azienda per versamento sul conto della migliore manifestazione che da premi sul vino, miglior enologo, migliore enologa, miglior enologo gay o enolagay,  migliore enoteca, miglior negozio di scarpe (agli sponsor non si può dire di no) migliore sito internet sul vino, migliore giornalista enoico, migliore giornalista enoica, miglior giornalista ex aequo al primo ma pure al secondo e al terzo miglior giornalista enoico maschio e femmina (così altri 12 premi sono sicuri..), miglior giornale sul vino, miglior quotidiano cartaceo sul vino (non c’è, ma un premio non si nega a nessuno), miglior giornale sul vino online, miglior giornale sul vino offline, migliore grafico del vino, migliore grafica del vino, migliore gran fico e gran fica del vino (in collaborazione con you porn), migliore organizzatore di eventi sul vino, migliore moglie del migliore organizzatore di eventi sul vino (questo premio pare fosse già stato assegnato).
ingrandisci stadiostracolmo.jpg 
 
Naturalmente c’erano anche  le molte sottogategorie, sottosottocategorie e sottosottosottocategorie per un totale di 142.541 premi. Inutile dire che lo stadio olimpico (sede della manifestazione) era gremitissimo, ma vista la sua limitata capienza la coda dei premiandi usciva dallo stadio per arrivare fino sul raccordo anulare, dove si sono create code chilometriche, ma i disagi sono stati minimi grazie a chioschetti con prodotti di prima necessità, gestiti direttamente dagli organizzatori de “Il Trono di vino”.
 
 
Quindi la serata ha avuto un grandissimo successo, grazie anche ai moltissimi collegamenti televisivi nazionali ed internazionali. Erano presenti infatti la RAI (dalla rete 1 alla 457 esclusa la 17 perché porta male) Canale 5, Italia UNO, Garbatella TV, Testaccio News, Marzian Channel  e tutte le televisioni via cavolo (canali tematici sull’agroalimentare) del mondo.
ingrandisci sanpietrostrapieno.jpg 
Prima della serata si pensava che, per le note vicende, la manifestazione potesse avere minor successo, ma il fatto di premiare praticamente mezza Italia (facendogli anche pagare il biglietto d’ingresso) garantisce sempre e comunque la presenza non solo dei premiati ma dei parenti degli stessi, tanto da costringere gli organizzatori a richiedere al Vaticano Piazza San Pietro per organizzare la cena finale. Questa, in ossequio al nuovo modello instaurato da Papa Francesco, è stata molto spartana, a partire dal prezzo fissato in solo 1500 euro a persona (sconto del 3% per famiglie con più di 12 figli).
 
Ma in cosa consiste il tanto agognato premio? In realtà non viene rilasciato neanche lo straccio di un diploma ma ogni premiato deve salire sul palco, mettersi una corona  e sedere su un trono in vetro pieno di vino rosso (il vino cambia ogni anno). Lì, tra gli applausi del pubblico, viene scattata una foto che il premiato potrà poi ritirare pagando la modica cifra di 250 euro.
 
Come potete immaginare con questa procedura la premiazione rischia sempre di andare un po’ per le lunghe ed infatti molti dei premiati di quest’anno erano in attesa allo stadio dallo scorso anno. Mentre scriviamo le premiazioni stanno andando avanti e gli organizzatori pensano di concluderle prima dell’inizio del prossimo campionato di calcio, altrimenti gli ultimi non premiati saranno evangelicamente i primi il prossimo anno.
Autore: Carlo Macchi
facebook twitter technorati digg Del.icio.us stumbleupon

Presta Orecchio
WinesurfTube




VINformo
25/03/2017

La stampa estera a portata di clic:Terre de Vins, n.46, marzo-aprile 2017

Due i titoli di copertina. Il primo, più grande: Le migliori 100 carte dei ...

18/03/2017

Il 26 marzo Vin'a Trani, alla sua terza edizione

Alla sua terza edizione Vin’a Trani, si presenta con una selezione di oltre 40 ...