Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, clicca su "Approfondisci".
Proseguendo la navigazione, acconsenti alla raccolta e all'uso dei cookie.

Accetto l'uso dei cookie          Approfondisci
loading
Facebook Winesurf Youtube Winesurf Twitter Winesurf
Chi siamo Filosofia LINK
Una vera guida online aggiornata in tempo reale
Racconti fantastici che riguardano il mondo del vino
La più folle enciclopedia del vino
Vinchiesta: le nostre inchieste sul vino
vinformo
vinviaggio
vinteressa
Cosa accade nel vino al sud
Le nostre soste
Quello che i 'giovani' garantiscono
Carlo MacchiKyle Phillips Lorenzo ColomboRoberto Giuliani
Luciano PignataroStefano TesiAngelo PerettiAndrea Petrini
VinItalia

Naviga la mappa per scoprire le degustazioni dei vini regione per regione




Editoriale

10/01/2016
Bottiglie pesanti: AIS, Slow Food, FISAR, ONAV, FIS, ASPI, ci rivolgiamo a voi!
ingrandisci pesante-peso.png
Winesurf ha oramai 10 anni di vita (e li festeggerà domenica 15 maggio…preparatevi!) e sin dal primo anno abbiamo parlato del problema delle bottiglie pesanti. Abbiamo scritto articoli su articoli, coinvolto centinaia di produttori in inchieste e questionari online e sinceramente abbiamo raccolto briciole.
 
Tante pacche sulle spalle, tanti “Bravi, memo male qualcuno ne parla”, ma alla fine dei salmi crediamo di aver smosso ben poco. Lo dicevamo in quest’articolo di circa un anno fa (vedi) e da allora le cose non ci sembrano cambiate in meglio. Per esempio quest’anno a Natale ci sono arrivate in dono bottiglie di vino di aziende amiche, da sempre lettrici di Winesurf, che pesavamo più della slitta di Babbo Natale.
 
Per questo abbiamo deciso di cambiare strada e di non rivolgersi più alle cantine, ma a chi insegna a bere.
ingrandisci corso-di-degustazione-vini.jpg 
Proviamo a chiamare in causa chi forma e informa gli appassionati di vino, cioè associazioni come AIS, Slow Food, FISAR, ONAV, FIS, ASPI, chiedendogli espressamente di inserire nei loro corsi un momento di riflessione sul peso delle bottiglie e magari consigliare a chi li frequenta di dare, scusate il gioco di parole, “poco peso al peso” di una bottiglia.
 
Care associazioni, voi svolgete un ruolo fondamentale da anni e sono convinto  sareste molto più ascoltate di un piccolo giornale online.
Perché, magari nel momento del servizio del vino, non vi soffermate sulla bottiglia, informando i corsisti che una pesante inquina di più quando viene prodotta, spedita, usata e riciclata?
 
bottigliapesante.jpgVoi insegnate la cultura del vino e cultura vuol dire rispetto, anche e soprattutto della natura. Una bottiglia pesante non rispetta la natura e nemmeno chi la beve, perché oltre ad inquinare molto di più,  dà più importanza al fattore estetico che al prodotto vino.
 
Non credete che fareste un grande servizio ai vostri corsisti e al mondo del vino in generale? Un argomento del genere, trattato ufficialmente nei corsi, porterebbe certamente ad una maggiore coscienza e conoscenza del problema da parte dei consumatori e le aziende dovrebbero per forza tenerne conto.
 
Parafrasando: un piccolo passo per voi, un grande passo avanti per il mondo del vino.
Autore: Carlo Macchi
facebook twitter technorati digg Del.icio.us stumbleupon

Commenti presenti: 8
antoine
inserito il 11/01/2016

Grazie per questa battaglia

Lucanico
inserito il 11/01/2016

Si ...giusto..ostentazione e danno. Speriamo in un ravvedimento. Personalmente, passando ad una bottiglia più leggera, ho scalato una classe di peso per la spedizione

Gustavo
inserito il 11/01/2016

...benissimo per il vetro, quando inizieremo seriamente a prendere in considerazione gli effetti negativi del sughero sul vino, quando si farà chiarezza sulle le eventuali chiusure alternative? Grazie, a leggervi presto!

paolo
inserito il 11/01/2016

Da molti anni in azienda usiamo una bottiglia brevettata di nostro disegno, pensata quando ancora la nostra sensibilità verso la salvaguardia ambientale era decisamente meno sviluppato di oggi. La prima versione di tale bottiglia pesava 750 gr. Pura follia! Nel corso degli anni abbiamo fatto il possibile per alleggerirla, arrivando nel 2009 a 500 gr, che sono (purtroppo) il limite minimo per garantire la solidità strutturale della bottiglia. Bottiglia che per motivi di riconoscibilità aziendale non abbiamo intenzione di abbandonare. Anche in questa nostra contraddizione sta in qualche modo il nocciolo della questione: "sull'altare dell'immagine" buona parte di noi è disposta a sacrificare troppe cose.... Ho la sensazione che fino a che non si troverà il modo di rendere più evidente la qualità intrinseca del prodotto agroalimentare, al netto di tutto quel "condizionamento" fatto di mille altre cose, in tanti continueremoa erroneamente a pensare che "il vino buono sta nella bottgilia pesante".

Cristiana Lauro
inserito il 12/01/2016

Solo per complimentarmi con l'iniziativa che condivido in pieno. Può essere una buona strada. Cordialità, Cristiana (inteso come: da parte di Cristiana 😃)

Carlo macchi
inserito il 12/01/2016

Grazie Cristiana (nel senso grazie a colei che si chiama Cristiana :-)). Speriamo che finalmente si possa fare qualcosa.

Jimmy
inserito il 12/01/2016

In Svezia, dal 2016, ogni bottiglia di vino importata che supererà i 420 gr, dovrà pagare una penale di € 0,005 ogni 10 gr di sovrappeso. Svezia, consumatori evoluti, attenti alla sostenibilità ambientale, ma in Italia si pone già la stessa attenzione a certe "finezze"?Secondo me siamo ancora un po' indietro..

Guglielmo
inserito il 13/01/2016

Magari il peso delle bottiglie fosse associato al valore del vino che contengono! Ormai , anche i vini più mediocri hanno bottiglie che valgono più del contenuto. Comunque, sì, vale la pena di fare qualcosa.

Presta Orecchio
WinesurfTube




VINformo
25/03/2017

La stampa estera a portata di clic:Terre de Vins, n.46, marzo-aprile 2017

Due i titoli di copertina. Il primo, più grande: Le migliori 100 carte dei ...

18/03/2017

Il 26 marzo Vin'a Trani, alla sua terza edizione

Alla sua terza edizione Vin’a Trani, si presenta con una selezione di oltre 40 ...