Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.
Se vuoi saperne di pił o negare il consenso a tutti i cookie, clicca su "Approfondisci".
Proseguendo la navigazione, acconsenti alla raccolta e all'uso dei cookie.

Accetto l'uso dei cookie          Approfondisci
loading
Facebook Winesurf Youtube Winesurf Twitter Winesurf
Chi siamo Filosofia LINK
Una vera guida online aggiornata in tempo reale
Racconti fantastici che riguardano il mondo del vino
La pił folle enciclopedia del vino
Vinchiesta: le nostre inchieste sul vino
vinformo
vinviaggio
vinteressa
Cosa accade nel vino al sud
Le nostre soste
Quello che i 'giovani' garantiscono
Carlo MacchiKyle Phillips Lorenzo ColomboRoberto Giuliani
Luciano PignataroStefano TesiAngelo PerettiAndrea Petrini
VinItalia

Naviga la mappa per scoprire le degustazioni dei vini regione per regione




Editoriale

17/01/2016
Bottiglie pesanti: ci rivolgiamo a te, si proprio a te!
ingrandisci zio-sam.jpg
Nei giorni scorsi ci siamo rivolti alle varie associazioni (grazie a Slow Food per la forte presa di posizione) che fanno da anni corsi di cultura e conoscenza del vino  per cercare sempre più maggiore sensibilizzazione su questo tema, dove tanto si potrebbe fare e pochissimo viene fatto.
 
Solo per darvi un’idea dei numeri in ballo leggetevi queste poche righe, scritte da noi qualche tempo fa:
 
L’ISTAT per il 2009 quantifica in 27 milioni e mezzo di ettolitri (27.500.000) la sola produzione di vini DOCG-DOC-IGT.  Mettiamo che non tutti vadano in bottiglia: un 70% potrebbe essere un dato reale e condivisibile.
Se tutte le bottiglie (ipotizzando un peso medio abbastanza basso, attorno ai 450 grammi) che servono per imbottigliare questo mare di vino diminuissero il loro peso solo del 10% si risparmierebbero oltre 115 milioni di tonnellate di vetro,  pari a 420 volte il peso dell’Empire State Building . E questo solo con il 70% di DOCG-DOC e IGT e senza considerare tutti le bottiglie per i  vini da tavola!”
 
ingrandisci kingkong.jpg 
Vogliamo anche fare un esempio pratico, di una cantina molto più vicina a noi dell’Empire State Building? Ecco cosa dichiara di aver fatto Banfi a Montalcino negli ultimi anni.
 
 
Dal 2009 Banfi è passata dall’utilizzo di bottiglie da 570 grammi a bottiglie leggere da 400 grammi e, dal secondo semestre del 2014, il peso si è ulteriormente ridotto, arrivando a 360 grammi. Dal 2009 ad oggi sono state utilizzate in totale oltre trenta milioni e cinquecentomila bottiglie leggere, in particolare a partire dalla seconda metà del 2014 si sono utilizzate sei milioni di bottiglie del peso di 360 grammi.
I benefici ambientali ottenuti si possono riassumere in un risparmio di materie prime pari a 6.340 tonnelate con un risparmio in energia equivalente a 6.340.000Kgx15MJ/kg=95.100.000MJ (pari a 24.416.666 KWh). Conseguentemente le emissioni di anidride carbonica (CO2) si sono ridotte. Il totale di anidride carbonica emessa sul totale di energia prodotta di 0,32678g/KWh (fonte ISPRA 2013) risulta, per la precisione, in minori emissioni pari a 7.978.878 chilogrammi.”
 
 
bottigliapesante.jpgVedete che basterebbe pochissimo per ottenere tantissimo (tra l’altro risparmiando fior di euro)! A questo punto, visto che il mondo dei produttori di vino mostra poca sensibilità al problema, chiediamo a voi di stimolarlo, di scuoterlo.
 
La prima cosa da fare è naturalmente quella di preferire bottiglie leggere, ma potete fare qualcosa anche  con un brevissimo messaggio  (tipo “basta bottiglie pesanti!” o come voi preferite) nei commenti a quest’articolo, o per mail a redazione@winesurf.it o sulla pagina Fb di Winesurf (qui) .
 
Tutti i messaggi verranno raccolti e inviati a tutti i produttori di vino del nostro indirizzario (quasi 12.000).
 
Se riusciremo ad avere tante vostre segnalazioni potremo realmente incidere sul modo di agire delle aziende e convincerle ad utilizzare bottiglie più leggere.
 
Adesso tocca a voi!
Autore: Carlo Macchi
facebook twitter technorati digg Del.icio.us stumbleupon

Commenti presenti: 5
Giuditta Lagonigro
inserito il 18/01/2016

Concordo in pieno. A parte il reale risparmio che conseguirebbe a bottiglie più leggere, ci sono risvolti pratici, quotidiani da non sottovalutare...Ad esempio lo sforzo che i sommelier, soprattutto le sommelier, fanmo quando sollevano interi cartoni di bottiglie, o gli stessi impiegati delle aziende vinicole.Anche in casa a è pericoloso avere bottiglie pesanti... Se ti cadono scheggiano il pavimento, cime è successo a me, purtroppo. Saluti. Giuditta

Marco
inserito il 18/01/2016

Sai che a Salcheto sono anni che combattiamo questa battaglia sulla CO2 e che cinque vini su sette sono imbottigliati con la bordolese Toscanella di circa 350 gr..con me sfondi non una porta aperta, ma un portone !!!

Massimo Palmieri
inserito il 18/01/2016

La svolta la dovranno dare le associazioni di divulgazione della cultura del vino: AIS, FISAR, ONAV ecc. Propongo di inserire nella didattica di valutazione dei vini anche il peso della bottiglia dandogli un coefficiente correttivo x 2. Andando a graduare il punteggio in maniera inversamente proporzionale al peso, es: bottiglia da 0.75 L - da 300g eccellente 5, a 1.200 g insufficiente 2. Magari lasciando fuori l'1 (scadente).

antonio buono
inserito il 18/01/2016

La mia azienda. Selvanova, aderirà alla iniziativa già dal prossimo imbottigliamento. Ottimo lavoro antonio buono ( per Selvanova .com)

Le Battistelle
inserito il 21/01/2016

E' il contenuto che conta! Sempre usato bottiglie leggere

Presta Orecchio
WinesurfTube




VINformo
25/03/2017

La stampa estera a portata di clic:Terre de Vins, n.46, marzo-aprile 2017

Due i titoli di copertina. Il primo, più grande: Le migliori 100 carte dei ...

18/03/2017

Il 26 marzo Vin'a Trani, alla sua terza edizione

Alla sua terza edizione Vin’a Trani, si presenta con una selezione di oltre 40 ...