Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.
Se vuoi saperne di pił o negare il consenso a tutti i cookie, clicca su "Approfondisci".
Proseguendo la navigazione, acconsenti alla raccolta e all'uso dei cookie.

Accetto l'uso dei cookie          Approfondisci
loading
Facebook Winesurf Youtube Winesurf Twitter Winesurf
Chi siamo Filosofia LINK
Una vera guida online aggiornata in tempo reale
Racconti fantastici che riguardano il mondo del vino
La pił folle enciclopedia del vino
Vinchiesta: le nostre inchieste sul vino
vinformo
vinviaggio
vinteressa
Cosa accade nel vino al sud
Le nostre soste
Quello che i 'giovani' garantiscono
Carlo MacchiKyle Phillips Lorenzo ColomboRoberto Giuliani
Luciano PignataroStefano TesiAngelo PerettiAndrea Petrini
VinItalia

Naviga la mappa per scoprire le degustazioni dei vini regione per regione




VINtervista

09/12/2016
In Irpinia un nuovo consorzio: intervista al presidente
ingrandisci rosannapetrozziello.jpg
Winesurf. Buongiorno Rosanna, prima di tutto presentati.
 
Rosanna Petrozziello, produttrice di vino in Irpinia, cantina i Favati.
 
W. Cosa è successo qualche giorno fa in Irpinia?
 
Petrozziello. Lunedì 28 novembre sessanta cantine si sono riunite al tavolo di un notaio e hanno formato il Consorzio dei Produttori Vitivinicoli. Al momento che il consorzio otterrà la Tutela si potrà aggiungere “irpini”. Venerdì 2 dicembre c’è stata una conferenza stampa, dove è stato presentato il  consorzio e il progetto.
 
W. Appunto, dimmii del progetto, cosa volete fare?
 
P. Per il momento vogliamo diventare un punto di riferimento delle istituzioni perché in Irpinia in questo momento manca un soggetto del genere.
 
W. Scusa se ti interrompo ma mi sembra esista già un altro consorzio?
 
P. E’ evidente che, sul centinaio di cantine attive sul territorio, ben sessanta e più stanno aderendo a questo consorzio, qualcosa in passato nell’altro non ha funzionato.
 
W. Però è esistente, non è che è stato chiuso.
ingrandisci greco-di-tufo.jpg 
P. E’ attivo e come il nostro non ha i numeri per avere la Tutela, numeri che noi speriamo di raggiungere in tempi abbastanza brevi. Inoltre non è detto che in futuro tra i due consorzi non ci potrà essere una comunione di intenti, vedremo.
 
W. Quali sono i vostri progetti a breve?
 
P. Come detto abbiamo aperto un tavolo di concertazione con le istituzioni per la rappresentanza sul territorio, sia dentro che fuori dal territorio. Saremo inoltre presenti a Prowein e a Vinitaly con spazi consortili. Stiamo anche sviluppando con le università e l’Istituto Agrario di Avellino un progetto per portare il maggior numero di ragazzi possibili, con l’alternanza scuola-lavoro nelle nostre aziende. Questo perché molti studenti rimarranno poi a lavorare in Irpinia e così impareranno il lavoro nello stessa zona dove probabilmente andranno poi a lavorare. Insomma stiamo cercando di rivalutare le radici del nostro territorio partendo dalla scuola e finendo poi sul campo.
 
W. A proposito di andare sul campo, nei programmi a breve non hai parlato di una manifestazione importantissima come Campania Stories. Come si pone il consorzio nei suoi confronti?
 
P. Credo che il 90% delle aziende nel consorzio partecipi già a Campania Stories, quindi cambierà poco perché ci siamo dentro tutti, anzi in sinergia con gli organizzatori cercheremo di collaborare e di fare in modo che il consorzio sia visibile e presente.
 
W. Sai perfettamente che voi produttori irpini fate buoni vini ma quando si tratta di comunicare con la stampa, siete, senza offesa, una tragedia. Pensate di fare qualcosa?
 
P. Questo è uno dei punti cardine della prima assemblea.  Stiamo pensano, anche utilizzando Campania Stories, a vari progetti. In poche parole, più che andare, per esempio, in Giappone con i nostri vini, cercheremo di convincere gli operatori a venire da noi in Irpina e fargliela conoscere.
 
W. Quindi volete occuparvi anche e soprattutto di promozione.
 
P. Soprattutto di promozione visto che non abbiamo al momento i numeri per poter parlare di tutela.
ingrandisci uva_fiano.jpg 
W. Mi hai detto che il 28 avete fondato il consorzio, ma non mi hai detto chi è stato eletto presidente…
 
P. E’ stato eletto un presidente che non voleva essere eletto, ma poi all’unanimità mi hanno conferito la carica.
 
W. Quindi in questo momento quindi fai da presidente, da segretaria, da animatore, tutti i ruoli.
 
P. Per il momento stiamo con i piedi per terra e cerchiamo di fare del nostro meglio, ma poi a gennaio, specie se le cose andranno come credo, dovremo pensare ad un direttore, a qualcuno che ci lavori a tempo pieno. Io per accettare la carica ho chiesto l’aiuto di tutto il CDA e di altre dieci aziende. Quindi siamoun gruppo di quindici a portare avanti i progetti, però siamo tutte piccole o medie aziende e non è pensabile che un produttore svolga per molto tempo un ruolo così impegnativo.
 
W. A proposito, oltre alla richiesta per fondi pubblici farete anche una forma di autotassazione?
 
P. Certamente si, per adesso abbiamo stabilito un minimo di quota d’ingresso e di quota sociale. Più avanti, quanti saremo di più vedremo se dovranno essere ritoccate.
 
C’è una cosa che ci tengo a dire: in due mesi siamo riusciti a mettere assieme sessanta cantine. Queste mi hanno scelta come presidente ma nel momento in cui non saremo più sessanta ma magari cento io e il CDA siamo pronti a rimettere il mandato per far eleggere un presidente di tutte le aziende iscritte.
 
W. Rosanna ti ringrazio e spero che questo neonato consorzio possa andare avanti, perché ne ha bisogno l’Irpinia e ne abbiamo bisogno noi giornalisti. Tienici al corrente di qualsiasi novità.
 
P. In chiusura vorrei chiederti un favore: visto che la volontà è quella di fare realmente qualcosa per e con il territorio, ti pregherei di non mettere in contrapposizione questo nuovo organo con il consorzio già esistente, perché la nostra speranza è quella di poter collaborare con loro. Non devono emergere le persone o le contrapposizioni, ma i progetti e le idee.
Autore: Carlo Macchi
facebook twitter technorati digg Del.icio.us stumbleupon

Presta Orecchio
WinesurfTube




VINformo
25/03/2017

La stampa estera a portata di clic:Terre de Vins, n.46, marzo-aprile 2017

Due i titoli di copertina. Il primo, più grande: Le migliori 100 carte dei ...

18/03/2017

Il 26 marzo Vin'a Trani, alla sua terza edizione

Alla sua terza edizione Vin’a Trani, si presenta con una selezione di oltre 40 ...