Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, clicca su "Approfondisci".
Proseguendo la navigazione, acconsenti alla raccolta e all'uso dei cookie.

Accetto l'uso dei cookie          Approfondisci
loading
Facebook Winesurf Youtube Winesurf Twitter Winesurf
Chi siamo Filosofia LINK
Una vera guida online aggiornata in tempo reale
Racconti fantastici che riguardano il mondo del vino
La più folle enciclopedia del vino
Vinchiesta: le nostre inchieste sul vino
vinformo
vinviaggio
vinteressa
Cosa accade nel vino al sud
Le nostre soste
Quello che i 'giovani' garantiscono
Carlo MacchiKyle Phillips Lorenzo ColomboRoberto Giuliani
Luciano PignataroStefano TesiAngelo PerettiAndrea Petrini
VinItalia

Naviga la mappa per scoprire le degustazioni dei vini regione per regione




Vinacoteca

18/01/2017
Degustazione Uva di Troia: siamo in crescita!
ingrandisci casteldelmonte.jpg
L’Uva di Troia è la terza varietà autoctona a bacca rossa in ordine di importanza della Puglia. Non è altrettanto conosciuta e popolare del Negroamaro e del Primitivo, e certamente è meno diffusa di queste varietà, sia per estensione delle superfici vitate ( neppure lontanamente paragonabile a quella delle altre due con i suoi meno di 1.500 ettari), sia per ampiezza dell’area di coltivazione.
 
 L’Uva di Troia si trova infatti praticamente soltanto  nella sezione settentrionale  della Puglia, diversamente dal Negroamaro (ormai arrivato anche nella Capitanata e nella Daunia) e dal Primitivo, distribuiti   un po’ in tutta la regione, anche al di fuori delle zone tipiche. 
 
ingrandisci uva_di_troia_grapes.jpgAlla base delle nostre degustazioni,  una trentina di vini a base di Uva di Troia , in purezza o in blend con altre varietà  (principalmente  Montepulciano, partner tradizionale dell’Uva di Troia).
 
Il gruppo più consistente ovviamente  proviene dall’ambito delle denominazioni di Castel del Monte o dell’IGT Murgia, per la restante parte dalla provincia di Foggia. Si è trattato di vini di  differenti annate, ma l’impressione generale è che, sia pure  tra le incertezze di alcune annate non facilissime, specie nell’area di Castel del Monte, ci sia un lento, ma chiaramente rilevabile progresso sulla strada della qualità.
 
Non è certo un caso che più del 50% dei campioni assaggiati abbiano raggiunto almeno le 3 stelle,  con alcune punte di grande qualità, e che nessuno dei vini degustati, anche quelli più semplici, sia andato sotto i due punti e mezzo ( che rappresentano comunque un prodotto buono e godibile) anche nell’area  più  giovane della Daunia, dalla quale non sono mancate alcune positive sorprese.
ingrandisci mappa_vini_puglia.jpg 
 Questo anche considerando  millesimi più complicati, come il 2014, nel quale, diversamente dalle attese più pessimistiche,  non sono invece mancati alcuni vini soddisfacenti. Vini che talvolta sono apparsi un po’ semplici e con note di rusticità, ma sempre piacevoli e dotati di una bella bevibilità, con tannini non eccessivamente rudi  e senza fastidiose note vegetali.
 
Questi risultati ci inducono a  sperare che, man mano che i produttori avranno  finito di riassestare gli  impianti con ceppi  più qualitativi e le vigne avranno raggiunto una maggiore maturità , la qualità non possa che crescere ulteriormente .
 
Basta del resto leggere i nomi dei vini che hanno ottenuto i punteggi migliori: non ci sono solo i nomi , ben conosciuti, dei produttori “storici”, che hanno comunque complessivamente ben figurato, ma anche aziende più giovani che, con gradualità, stanno assestandosi su stabili livelli  di qualità.
Autore: Guglielmo Bellelli e Pasquale Porcelli
facebook twitter technorati digg Del.icio.us stumbleupon
Degustazioni

Presta Orecchio
WinesurfTube




VINformo
25/03/2017

La stampa estera a portata di clic:Terre de Vins, n.46, marzo-aprile 2017

Due i titoli di copertina. Il primo, più grande: Le migliori 100 carte dei ...

18/03/2017

Il 26 marzo Vin'a Trani, alla sua terza edizione

Alla sua terza edizione Vin’a Trani, si presenta con una selezione di oltre 40 ...