Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.
Se vuoi saperne di pił o negare il consenso a tutti i cookie, clicca su "Approfondisci".
Proseguendo la navigazione, acconsenti alla raccolta e all'uso dei cookie.

Accetto l'uso dei cookie          Approfondisci
loading
Facebook Winesurf Youtube Winesurf Twitter Winesurf
Chi siamo Filosofia LINK
Una vera guida online aggiornata in tempo reale
Racconti fantastici che riguardano il mondo del vino
La pił folle enciclopedia del vino
Vinchiesta: le nostre inchieste sul vino
vinformo
vinviaggio
vinteressa
Cosa accade nel vino al sud
Le nostre soste
Quello che i 'giovani' garantiscono
Carlo MacchiKyle Phillips Lorenzo ColomboRoberto Giuliani
Luciano PignataroStefano TesiAngelo PerettiAndrea Petrini
VinItalia

Naviga la mappa per scoprire le degustazioni dei vini regione per regione




VINviaggio

18/02/2017
Le mie "immagini premorte" di Vini ad Arte
ingrandisci viniadarte.jpg
Di solito si dice che si impara dai propri errori ma in questo caso ho imparato da un’idea, quella di chiedere al produttore romagnolo Stefano Berti di scrivere due righe sulla prossima Vini ad Arte - Anteprima del Romagna Sangiovese, che si aprirà domani a Faenza. Infatti ho imparato più dalle poche righe di Stefano che da anni di assaggi. Leggete e capirete perchè. Grazie Stefano.
 
 
ingrandisci vini-arte-faenza2-2.jpgEro intento a mantecare il classico risottino allo zafferano per il pranzo del sabato che mi arriva un messaggio del Macchi: "Hai voglia di raccontare la tua, da produttore, sull’anteprima del Sangiovese di Romagna a Faenza?"
 
In quel momento, come quando stai per morire, mi sono passate davanti tutte le immagini sulla manifestazione che in questi anni avevo archiviato e che ingenuamente cercavo di rimuovere.
 
ingrandisci stefanoberti.jpgNella splendida cornice del museo delle ceramiche, il connubio arte e vino, l’annata migliore da quando contiamo le annate, le aziende più significative del territorio, questo vino è buonissimo ma deve stare in cantina altri dieci anni, c’è un giornalista dello Zimbawe che vorrebbe venire in cantina domenica mattina alle sei, ma l’anteprima quante annate comprende?, penso che il periodo sia sbagliato ma è l’unico modo per dirottare l’autobus dei giornalisti che vanno a Benvenuto Brunello, la Romagna deve fare sistema e comunque il treno non è ancora passato, come si mangia bene in Romagna nemmeno in Emilia per non parlare del bere, le riserve sono buone ma io preferisco i base perché il sangiovese si sente davvero , si sente un po’ troppo il legno preferisco di molto la terracotta con la cera d’api biologica, ci metto l’1 % di merlot nelle annate dove il sangiovese fatica un po’ a maturare, ho preso in affitto una vigna di sangiovese al Passo della Calla ( 1296 slm ) per essere certo di avere la giusta acidità…
 
Poi l’odore dello zafferano mi ha tolto dalla visione premorte e ho pensato che mi piacerebbe fare un’anteprima con il triplo delle aziende che sono adesso presenti, che ci fosse tanta più stima reciproca fra di noi produttori, che sapessimo che sapore hanno i vini dei nostri colleghi, che i giornalisti, i ristoratori, gli enotecari e gli appassionati quando vengono ad assaggiare dovrebbero portarsi dietro solo una cosa : la curiosità di conoscere un vino, chi lo fa e il territorio da cui viene , senza preconcetti e  con tutta la libertà di parlarne bene o male.
 
Il resto , come diceva Toscanini, è solo un giro di valzer.
Autore: Stefano Berti
facebook twitter technorati digg Del.icio.us stumbleupon

Presta Orecchio
WinesurfTube




VINformo
25/03/2017

La stampa estera a portata di clic:Terre de Vins, n.46, marzo-aprile 2017

Due i titoli di copertina. Il primo, più grande: Le migliori 100 carte dei ...

18/03/2017

Il 26 marzo Vin'a Trani, alla sua terza edizione

Alla sua terza edizione Vin’a Trani, si presenta con una selezione di oltre 40 ...