Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, clicca su "Approfondisci".
Proseguendo la navigazione, acconsenti alla raccolta e all'uso dei cookie.

Accetto l'uso dei cookie          Approfondisci
loading
Facebook Winesurf Youtube Winesurf Twitter Winesurf
Chi siamo Filosofia LINK
Una vera guida online aggiornata in tempo reale
Racconti fantastici che riguardano il mondo del vino
La più folle enciclopedia del vino
Vinchiesta: le nostre inchieste sul vino
vinformo
vinviaggio
vinteressa
Cosa accade nel vino al sud
Le nostre soste
Quello che i 'giovani' garantiscono
Carlo MacchiKyle Phillips Lorenzo ColomboRoberto Giuliani
Luciano PignataroStefano TesiAngelo PerettiAndrea Petrini
VinItalia

Naviga la mappa per scoprire le degustazioni dei vini regione per regione




VINstoranti

12/04/2010
Taverna Colonna
ingrandisci img_0277.jpg
Aprire una carta dei vini abbastanza ampia, curata, con una naturale propensione per i vini del frusinate e trovarvi bottiglie (non una, diverse!) a partire da 8 € è una cosa che ha fatto bene al nostro vecchio cuore. Pensare a quanti potranno approfittare di un buon vino a prezzi finalmente umani ci ha riempito di gioia. Come ci hanno riempito di gioia i prezzi degli altri vini, attestati su ricarichi molto bassi (esempio: Rosso Conero Riserva Agontano 2001 di Garofoli a 21€!!). La gioia però non sazia ed allora abbiamo dovuto (è uno sporco lavoro, ma qualcuno deve pur farlo) aprire il menù di questo  Vinstorante al piano terra dello storico Palazzo da cui prende il nome ed ordinare alcune cosucce interessanti. Tutte rigorosamente cucinate con prodotti di primissima scelta e molte nate da materie prime di presidi Slow Food.

Vi consigliamo di partire con delle bignè di ricotta e salsiccia al coriandolo o con dei gamberi rossi (siamo in casa Slow Food…) al vapore e puntarelle, per poi passare a delle indimenticabili fettuccine al ragù di gamberi e asparagi o a delle sugose caserecce alla carbonara vegetariana. Una cucina che non si vergogna di mettere sostanza nei patti e dove, se vogliamo trovargli un difetto, abbiamo notato un “ritardato” cambio dell’olio di frittura, che non ha fatto decollare il comunque buono baccalà in pastella con puntarelle. Viste la maestosità delle porzioni è difficilissimo arrivare al dolce con spazi disponibili. Meglio un un buon gelato  fior di latte ed una passeggiata lungo le mura incredibilmente panoramiche di Paliano, dopo che il conto vi avrà confermato, considerando anche la gentilezza ed il buon livello del servizio, che esistono ancora ristoratori molto, molto onesti.

Taverna Colonna

Via Lepanto 5, Paliano (FR)
ingrandisci img_0270.jpg
Tel e fax 0775571044

Chiuso il lunedì tutto il giorno e la domenica sera

Prezzo medio 25-30€ vini esclusi

Ricarico medio dei vini: 65-75%
Autore: Carlo Macchi
facebook twitter technorati digg Del.icio.us stumbleupon

Commenti presenti: 2
salvatore scognamiglio
inserito il 03/03/2011

Che fame, m'è venuta! E che arsura...!

carlo macchi
inserito il 04/03/2011

C'è un solo modo per rimediare. Paliano è sempre lì.

Presta Orecchio
WinesurfTube




VINformo
18/03/2017

Il 26 marzo Vin'a Trani, alla sua terza edizione

Alla sua terza edizione Vin’a Trani, si presenta con una selezione di oltre 40 ...

16/03/2017

Export vino italiano nel 2016: ottime notizie…o no?

Arrivano i dati dall’Osservatorio del Vino  sull’export italiano del 2016 e subito giù titoli ...